Forum su argomenti che possono servire per l'esame

Kojo

Kojo

by CIONI EVA -
Number of replies: 7
Ciao a tutti,
oggi sono stata al ricevimento con il professor Formiconi per imparare a destreggiarmi meglio nell''utilizzo di Kojo.
Vorrei condividere con voi ciò che ho imparato per facilitare il lavoro a chi, come me, utilizza questo programma sul Mac.
  • Utilizzando le parole "right "o "left" senza mettere nessun numero fra parentesi, la tartaruga dà per sottinteso che deve girare di 90 gradi.
  • Come in Libre office per insegnare alla tartaruga un comando si scrive, ad esempio, "to quadrato", in Kojo al posto del "to" si deve scrivere "def".
  • Quando in Libre office si vuole commentare un rigo basta inserire " ; " e subito dopo il commento. In questo modo la tartaruga non legge ciò che viene dopo il " ; ". In Kojo, invece, si mette " // " al posto del " ; ".
  • Per rallentare la tartaruga si scrive "SetAnimationDelay(4000)" e ovviamente il numero all'interno della parentesi varia a seconda di quanto la vogliamo rallentare.
  • Per muovere la tartaruga senza disegnare, dobbiamo scrivere "hop" (che corrisponde al "penup" di Libre office) e poi inserire un numero a seconda di quanto la vogliamo spostare.
  • Per fare un cerchio si dovrà scrivere:
       repeat(360){
          forward(1)
          right(1)
       }
Se abbiamo intenzione di fare un cerchio più grande dovremo diminuire "right" scrivendo, per esempio, "0.5" e a "repeat" dovremo scrivere "720", in quanto la tartaruga ruota a destra la metà di quanto girasse prima e per questo bisogna ripetere la sequenza per il doppio delle volte: 360X2=720 (repeat).
Se, al contrario, abbiamo intenzione di rendere il cerchio più piccolo, dovremo aumentare i "right" e diminuire i "repeat", per esempio al right possiamo mettere "2" e al repeat "180" (la  metà di quanto avevamo scritto all'inizio).


Spero che queste informazioni vi siano d'aiuto come lo sono state per me.
Buona giornata!!!
In reply to CIONI EVA

Re: Kojo

by FORMICONI ANDREAS ROBERT -

Grazie Eva!

Nel frattempo, giocando con i frattali smile smile smile ho scoperto che ci sono anche i comandi corrispondenti a PENUP e PENDOWN di LibreLogo:

clear()
forward(100)
penUp()
forward(50)
penDown()
forward(100)

Hanno una lettera maiuscola e Kojo, al contrario di LibreLogo, è case sensitive, ovvero minuscolo o maiuscolo fa differenza.


In reply to CIONI EVA

Re: Kojo

by MARIANI GIULIA -

Grazie mille eva! Informazioni molto utili!

In reply to MARIANI GIULIA

Re: Kojo

by MARIANI GIULIA -

Buonasera a tutti!

Dopo essermi recata dal professore martedì scorso per istruirmi meglio sull'utilizzo di kojo, ho iniziato a fare un pò di pratica (so che sono molto indietro rispetto a voi, quindi perdonate la ridondanza del post) e ho creato un paio di esercizi che credo siano interessanti e carini da potervi mostrare.

  • prima di tutto ho capito come dare colore alle forme con il comando kojo:   "setPenColor(green)" ad esempio, possiamo contornare in questo caso di verde il disegno della tartaruga; invece con il comando "setFillColor(blue)" troveremo che l'intero della figura si colorerà interamente di blu. Ovviamente potete scegliere voi i colori che più vi piacciono.

Il primo disegno ha questi comandi:

clear()

setAnimationDelay(250)


setPenColor(green)


setFillColor(blue)

 

repeat (8) {

    forward(180)

   

    right(45)

    right(180)

   

}

  • Gli altri comandi interessanti con cui ho potuto giocare sono: "var clr = Color(255, 20, 20, 200)". Questo comando serve per dare colori differenti ad una ripetizione di forme. Il primo numero che troviamo all'interno della parentesi fa riferimento al colore 255 che per kojo in questo caso si tratta di un rosso piuttosto trasparente, i numeri centrali fanno riferimento agli altri colori in questo caso verde e blu, mentre il numero 200 vi fa aumentare l'intensità del colore.
  • Altro comando è sempre riferito al colore: "clr = hueMod(clr, 0.05)" questo vi aiuta a donare all'immagine costruita un colore più o meno trasparente infatti la parola "hue" (colla) deduco stia a indicare la trasparenza. Ma non è finita qui: se all'interno della parentesi anzichè mettere 0.05 mettete 1 vi verrà il disegno solo di un colore,  se mettete 2 o 3 e numeri a seguire tornerete al disegno di partenza (esercitazione sopra menzionata). Se invece  cambierete il numero da 0.05 a 0.06 troverete che il vostro disegno si arricchirà di un colore in più quindi passerà da 5 colori a 6 colori e così via.
  • Ultimo comando è riferito all'andamento dell'animazione della tartaruga e quindi del disegno: "right(360/15)" in questo modo la forma che andrete a disegnare si svilupperà in 360 gradi a destra per 15 volte, il disegno si ripeterà quindi per 15 volte.

il secondo disegno ha i seguenti comandi:

clear()

setAnimationDelay(100)

setPenColor(black)

var clr = Color(255, 20, 20, 200)

repeat(15) {

    setFillColor(clr)

    repeat(8) {

        forward(180)

        right(45)

        right(180)

    }

    clr = hueMod(clr, 0.05) // change color hue

    right(360/15)

}


Sicuramente voi conoscevate già l'utilizzo di questi comandi  ma ho voluto comunque condividere ciò che sono riuscita a capire dall'utilizzo di kojo. Provate a fare questi disegni, sono davvero carini!

Spero di esservi stata utile in qualche modo

Giulia



(Modificato da ANDREAS ROBERT FORMICONI - intervento originale effettuato il lunedì, 28 novembre 2016, 19:19)