Annunci

Domande sulla composizione del diario e commento sull'esame

Domande sulla composizione del diario e commento sull'esame

by FORMICONI ANDREAS ROBERT -
Number of replies: 0

Mi sono state fatte delle domande inerenti alla composizione del diario, fra cui queste di Silvia e Francesca. Rispondo con un messaggio a tutti perché è probabile che altri incontrino problemi simili.

Chi ha prodotto più di una figura, quindi più di un codice, inserisca tranquillamente tutto nel file del diario copiandoci figure e codici, frammiste al testo, come vi viene meglio. Non vi preoccupate del fatto che quel file diviene ineseguibile perché la tartaruga impazzisce e, ovviamente, il vostro testo, se non preceduto da punti e virgola, la manda totalmente nel pallone. Ci penso io a copiare i frammenti di codice che voglio verificare in un file a parte... oddio: verificare è la visione formale, in realtà mi diverto assai a esplorare le vostre trovate smile

Se vi torna comodo, per un qualsiasi motivo, "congelate" pure il diario in un file PDF e inviate quello. Ciò può essere utile anche per coloro che abbiano usato un Logo diverso, Kojo o altro.

Se poi avete altri lavori da inviare, li potete caricare in piattaforma alla voce Elaborato facoltativo.

Già che ci sono, un'osservazione sull'esame, alla luce dei primi lavori che mi sono arrivati. Per quasi nessuno di questi ho sentito la necessità di fare domande dirette - "Disegna questo o quest'altro...". Il motivo sta nella qualità dei vostri lavori, in relazione agli obiettivi che mi ero prefisso. Quello che volevo ottenere, in media, era di aprirvi una finestra su un mondo che sta letteralmente esplodendo e nel quale un numero sempre maggiore di voi si imbatterà, sotto forma di coding, Scratch, pensiero computazionale, robotica e via dicendo. L'uso di LibreLogo e di Kojo ci è servito a esplorare questi concetti nel modo più accessibile e economico possibile - casi particolari li abbiamo risolti con altri strumenti. In questa pubblicazione dell'Unione Europea (scritta da italiani) potete vedere la misura del fenomeno "Computational Thinking". La maggior parte dei lavori che ho ricevuto sono scritti esattamente nello stile personale (non scolastico o accademico) che avevo chiesto. Quasi tutti i codici prodotti sono più che sufficienti, non pochi sono ottimi, alcuni sono iperbolici! La conseguenza è che, in tutti questi casi, l'esame si risolve in una discussione sulle esperienze fatte. Spesso mi interessa più avere un feedback da voi e conoscere il vostro pensiero sugli argomenti trattati, anziché fare domandine...

Quindi, impegno sì ma rilassati...

Infine un'ultima informazione che non c'entra con l'esame. La scrivo qui per non riempirvi la mailbox di messaggi. Avevo accennato a lezione che stavamo cercando di costruire un piccolo laboratorio con strumenti vari, tipo schede Raspberry, Makey-Makey, Bee-Bot, Blue-Bot, una stampante 3D... Ebbene, questi strumenti sono arrivati. Ora si deve affrontare la parte più difficile: trovare il modo di spostare e montare l'armadio appositamente acquistato e piazzarlo in un'aula informatica, quindi metterci gli strumenti. Siamo in Italia, queste cose sono difficilissime... Ma ne verremo ovviamente a capo. Ebbene, sappiate quindi che, una volta che questa roba sarà resa fruibile, voi potrete contattarmi per esaminare e eventualmente provare questi oggetti. Diciamo che i ricevimenti che faremo in futuro potranno essere dedicati a queste attività.