Forum per discussioni generali e "out of topic" di vario genere

laboratorio di cinema

 
Picture of CORCHIA FRANCESCA
laboratorio di cinema
by CORCHIA FRANCESCA - Sunday, 9 October 2016, 6:39 PM
 

Salve a tutti, 

condivido con piacere la mia esperienza nell'ideazione e conduzione di un laboratorio di cinema, nella speranza che possa essere da stimolo per le colleghe e i colleghi.

Sono laureata in Storia del cinema e per anni mi sono occupata di montaggio video e di produzione di video documentari e video danza. Da sempre avrei voluto fare un laboratorio di cinema nella scuola, ma non come quelli che ho visto fare, dove gli alunni sono attori e le maestre fanno le registe, le operatrici, il montaggio etc etc Anzi a dirla tutta questo tipo di laboratorio mi ha sempre dato un pò fastidio, ho sempre pensato che se l’avessero fatto fare a me avrei sicuramente voluto prendere la videocamera in mano e fare qualcosa!

La cosa che mi ha sempre emozionato in questo lavoro era proprio la fase di preparazione del lavoro, il prendere decisioni, lo scegliere come avanzare e creare un prodotto filmico e non ultimo usare le tecnologie (anche se non sono una tecnofila), fare riprese e montare al computer. Il mio sogno era quindi un laboratorio in cui gli alunni elaborassero il soggetto, fossero registi, operatori e facessero il montaggio usando quindi programmi di montaggio come Adone Premiere o anche il programma Movie Maker di Windows.

Mi sono quindi buttata in questo progetto e da 3 anni lo porto avanti, prima con la scuola primaria e da quest'anno con la secondaria di primo grado. Mi sono resa conto che i nostri alunni hanno un rapporto diretto e meno conflittuale con le tecnologie (senza entrare in merito al dibattito se esistano o no Nativi Digitali), insomma gli viene naturale usarle. 

Dopo molte lezioni tecnico-pratiche su cosa fosse il cinema, su come inquadrare e fare montaggio gli alunni di una terza elementare si sono scoperti abilissimi nel girare scene con il tablet, con i cellulari e successivamente abilissimi nel capire il senso, il perché logico/semantico che anima il montaggio.

Io mi sono posta come accompagnatrice del loro progetto, al loro servizio, ma sono stati loro ad usare le tecnologie, a fare scelte stilistiche, a lavorare in gruppo,  valutando quale taglio fare e perché farlo.

Ho usato le tecnologie che trovano nel quotidiano (cellulari, tablet, macchine fotografiche) per creare un laboratorio creativo o meglio di creazione, di indagine sulla realtà e su di sé e sugli altri, per conoscere il mondo e conoscere sé stessi attraverso quello che li circonda.

Per me la tecnologia non può essere che vista così come una opportunità di crescita, di relazione con il sé e con l'altro, dove l'altro include la macrocategoria dell'ambiente, della realtà, così come accade con un bel libro.

Picture of FORMICONI ANDREAS ROBERT
Re: laboratorio di cinema
by FORMICONI ANDREAS ROBERT - Sunday, 9 October 2016, 9:11 PM
 

Bello!

Conosci "I bambini e l'ambiente" di Paolo Beneventi? Racconta soprattutto di come usare questi strumenti per osservare la natura mentre tu mi pare che faccia un discorso più ampio. Tuttavia credo che il suo lavoro ti possa piacere, anche se si riferisce ad alcuni anni fa.

Picture of SCOCCA FEDERICA FILOMENA
Re: laboratorio di cinema
by SCOCCA FEDERICA FILOMENA - Monday, 10 October 2016, 11:35 PM
 

A proposito di montaggio, volevo segnalarvi questo video, 

 che secondo me ha qualcosa di straordinario! Non voglio anticiparvi nulla, aspetto un vostro riscontro.

In ogni caso, non appena l'ho visto, ho pensato che probabilmente all'interno delle nostre scuole, prima di vedere un progetto simile, ce ne sarebbe voluto di tempo!

Invece, la testimonianza  di Francesca mi rincuora molto e ci fa capire che, con un po' di impegno, si può veramente realizzare di tutto con la nostra piccola squadra di creativi: i bambini!

Picture of AIAZZI ELEONORA
Re: laboratorio di cinema
by AIAZZI ELEONORA - Tuesday, 11 October 2016, 10:57 PM
 

Ciao Federica!

Beh..che dire? Una prospettiva sicuramente "al passo coi tempi" che può supportare e integrare molto di quello che viene fatto a scuola (ma non certo sostituirlo!!)

I bambini hanno mostrano sempre creatività (dalla vecchia e sempre utile 'carta e matita' ai pc e tablet),  ma sta a noi maestre instillare in loro  il seme della curiosità (e qui faccio riferimento all'articolo menzionato da Cristina in una pagina di questo Forum, in cui si esprime la perplessità sulla mancanza di curiosità nei confronti di come funziona un sofltware).

Ecco, questo video è una bella proposta,a  cui noi (future) maestre siamo chiamate a rispondere con  tanta pazienza, molta conoscenza , e una buona dose di altrettanta curiosità ! smile


PS: Io posso avere anche la fortuna di dire che nella mia recente esperienza scolastica, quando andavo alla scuola elementare, vennero  progettati  due Ipertesti...diciamo una sorta di predecessori di questo tipo di attività. Me la ricordo ancora come un'esperienza coinvolgente, ben pianificata e di collaborazione fra classi, dai più piccoli ai più grandi :D

cosa quindi non possono fare progetti all'avanguardia come questi?


Picture of NOVELLI CAMILLA
Re: laboratorio di cinema
by NOVELLI CAMILLA - Sunday, 23 October 2016, 7:49 PM
 
La realizzazione dei progetti di Francesca mi sembra proprio azzeccata e al passo con i tempi e con l'uso dei diversi strumenti che oggi ci vengono offerti dal mondo dei media. L'aspetto che maggiormente mi colpisce, e mi fa credere sempre più nell'importanza di promuovere questi laboratori a scuola, è l'opportunità che i bambini hanno attraverso l'uso di questi strumenti, di essere attori in prima persona. Come diceva anche Francesca, il bambino, sempre con la guida dell'insegnante, si fa protagonista, prende decisioni, progetta e realizza oggetti concreti. Questo è fondamentale, perché penso che l'apprendimento passi prevalentemente per l'esperienza pratica e concreta. Per questo, trovo interessantissimo anche il video proposto da Federica, dove i bambini creano il loro film/animazione delle storie che costruiscono con la propria fantasia. La cosa bella e che mi affascina è che imparano ad utilizzare nuovi strumenti, ma sopratutto che lo fanno scoprendo infiniti modi di costruire e raccontare una storia e sperimentando diversi materiali! Sono davvero dei bei progetti che hanno una grande influenza sui bambini e che, possono aiutare noi insegnanti ad ampliare un po' la nostra mente e scoprire che, ci sono infiniti modi di affrontare un argomento e una lezione. Tutto sta nell'essere davvero disposti a sperimentare in prima persona cosa significa aprire questi occhi della mente. Solo così sarà possibile, di conseguenza, insegnarlo ai nostri alunni. 


Grazie Francesca e Federica per i vostri spunti!